Come ottenere un prestito ipotecario vitalizio?

Per ottenere un prestito vitalizio ipotecario bisogna rispettare una serie di requisiti molto importanti che vi garantiranno questo genere di finanziamento a lungo termine. Grazie a questo tipo di presto sarà possibile ottenere fino a €350.000 di liquidità senza però perdere la proprietà dell'immobile che si dà in ipoteca e soprattutto garantendo soltanto un'ipoteca di primo grado. In Italia, a partire dal marzo 2016 sono diverse le banche che offrono dei prestiti vitalizi di questo genere ma per riuscire ad <sottenere un prestito vitalizio ipotecario, bisogna seguire una serie di procedure importanti.

Innanzitutto bisogna calcolare l'importo che è possibile ottenere in base ai propri bisogni di liquidità ed anche alla proprietà di cui si è titolare. Una volta fatto questo calcolo, è necessario capire se effettivamente il prestito vitalizio ipotecario sia la soluzione giusta oppure, se magari sarebbe possibile trovare un'alternativa, magari vendendo l'immobile di riferimento, oppure chiedendo qualche altro tipo di sostegno di natura finanziaria.

Si può anche decidere di chiedere un prestito vitalizio ipotecario per un valore del 50% della vostra casa e di solito questa possibilità di scegliere il valore l'importo del prestito, dipende anche dall'età del richiedente.

Il secondo passo è quello di individuare quali potrebbero essere le banche in grado di elargire questo tipo di prestito infatti non sono tutte le banche che erogano prestiti vitalizi ipotecari ma ce ne sono diverse e bisogna valutarle bene in base sia il tasso di interesse applicato ma anche per l'imposta sostitutiva che obbligano a pagare. Solo confrontando le diverse proposte, si sarà in grado di fare una scelta adeguata alle proprie esigenze.

Successivamente sarà possibile presentare una richiesta in più istituti ed è bene magari servizi di portali online di ricerca, proprio per trovare le istituto di credito che fa per voi. Successivamente, arriveranno i preventivi da studiare nei dettagli.

Una volta superati questi primi passaggi bisogna allora procedere con la raccolta della documentazione necessaria per chiedere un prestito vitalizio ipotecario. I documenti necessari sono una copia del documento d'identità ed anche un certificato contestuale oltre ad un codice fiscale, lo stato di famiglia, la relazione notarile preliminare e anche la perizia della propria casa. Non è escluso che la banca o l'istituto di credito che avete scelto possa decidere di chiedervi altri documenti necessari per stipulare questo prestito.

Poi bisogna chiedere un parere di fattibilità e quindi la banca vi comunicherà se si tratta comunque di una cosa possibile e quindi vi darà una conferma ,oppure un rifiuto. In questa fase siete ancora liberi di fare un passo indietro.

Il passo successivo invece è quello di procedere con una perizia immobiliare per valutare tecnicamente il vostro immobile e quindi ne avrei te una stima del valore e potrete decidere e chiedere la somma di cui avete bisogno oltre ad avere un'idea chiara dello stato di conservazione del vostro immobile.

Infine c'è la revisione del contratto che dovete ben verificare prima di firmare, quindi dovete confrontare tra tutte le proposte ricevute dagli istituti di credito oppure dalle banche a cui vi siete rivolti per poi procedere con la firma e quindi ci sarà l'ultimo passo, ovvero l'erogazione del prestito vitalizio ipotecario.

Questo finanziamento gli darà l'opportunità di ricevere un assegno con la cifra che avete ottenuto dalla banca a cui vi siete rivolti per questo genere di prestito.

Per quanto riguarda il debito alla fine potete decidere se ripagarlo gradualmente, oppure se non pagare nulla e quando poi alla fine è così concluderà il piano di prestito dovete pagare la cifra dovuta più di interessi.

In caso di morte della persona che ha fatto richiesta del finanziamento gli eredi potranno decidere di pagare il debito entro 12 minuti oppure dovranno vendere l'immobile su cui c'è stata l'ipoteca.